Bonus infissi e finestre 2020. Detrazioni al 110% e 50%.

Bonus-infissi-e-finestre

Bonus infissi e finestre 2020. Detrazioni al 110% e 50%. Come ottenerlo.

Come funziona il bonus infissi 2020?

Quali sono le detrazioni che possiamo ottenere?

Quali sono i requisiti?

Entriamo nel dettaglio per capire come fare.

Tra i bonus che il governo ha approvato nel 2020 per far fronte all’emergenza Covid-19 c’è il Decreto rilancio con il Ecobonus e Sismabonus con detrazioni fiscali al 110%. Ricordiamo che alle attuali condizioni la detrazione al 110% è applicabile anche agli infissi e finestre ma soltanto se si procede a lavori di miglioramento dell’efficienza energetica e antismica. Altrimenti se non si dovesse avere accesso al superbonus da 110% si può sempre optare per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2020 alla detrazione del 50% spettante all’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari, cosiddetto bonus infissi e finestre.

L’agevolazione consiste in una detrazione dall’Irpef se persona fisica o dall’Ires per le persone giuridiche o società.

Dal 2018 è possibile cedere il credito corrispondente alla detrazione anche per interventi effettuati su singole unità immobiliari.

La detrazione viene concessa quando si procede a dei lavori di miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio esistente. Attenzione, non deve essere un edificio di nuova costruzione.

A seconda dei lavori da effettuare, per poterlo ottenere basta rivolgersi ad un tecnico abilitato che procederà ad istruire la pratica per l’agevolazione. Vanno conservati tutti i documenti riguardanti permessi, comunicazioni di inizio lavori, delibere condominiali. Tutti i pagamenti dovranno essere effettuati con bonifico, vanno mantenute tutte le fatture riguardanti le spese. L’importo totale della detrazione fiscale potrà essere divisa in 10 quote annuali di pari importo e variano a seconda che l’intervento riguardi la singola unità abitativa o l’intero edificio condominiale e dell’anno in cui è stato effettuato.

Molto importante da non dimenticare che entro 90 giorni dalla fine lavori va fatta una comunicazione all’Enea.

In uno dei prossimi post vedremo nei dettagli di come procedere.

Partecipa alla discussione

Confronta gli annunci

Confrontare